Terratec Cinergy Hybrid T XS USB

di | 8 Novembre 2009

Problemi nel configurare questo dispositivo esterno USB in Linux? Questa guida vi permette di configurarla ed utilizzarla in meno di 10 minuti (dovuti soprattutto alla compilazione dei moduli)

In questo articolo tratteremo la configurazione e installazione del dispositivo esterno USB Terratec Cinergy Hybrid T XS in Linux.
Prima di tutto è necessario avere installati nel proprio sistema gli header del kernel (io consiglio sempre di avere anche i source/sorgenti del kernel che sono senza ombra di dubbio più completi e ci assicurano una sicura compilazione). Se siete in ambiente Debian (quindi anche i surrogati, stile KnoppMyth/Ubuntu) e non avete compilato un vostro proprio kernel, molto probabilmente potrete scaricare tutto via apt-get (che ovviamente deve essere configurato correttamente per il download dai repository della propria distribuzione Linux).
Quindi installiamo gli headers (da root o attraverso sudo):
apt-get install linux-kernel-headers
oppure, in Debian
apt-get install linux-headers-$(uname -r)

A questo punto dobbiamo installare Mercurial.
Cos’è Mercurial?
Mercurial è il programma che si occupa di scaricare da repository il sorgente dei driver ed “adattarli” al nostro sorgente. In pratica, diciamo che lui, in base al proprio kernel, cerca nella posizione corretta gli headers/sources del kernel e ne applica le corrette modifiche a quanto stiamo scaricando, cosicchè il tutto in fase di compilazione, risulti già impostato correttamente. Per informazioni sul funzionamento completo di Mercurial, seguite questo link.
Per installarlo ci basterà dare il comando:
apt-get install mercurial

Il comando per richiamare Mercurial è hg. Questo programma permette di scaricare/aggiornare il repository interessato (anche se le sue opzioni sono ben più complesse).
Per scaricare i sorgenti dei nostri driver daremo quindi il comando:
hg clone http://linuxtv.org/hg/~mrechberger/v4l-dvb-kernel
che scaricherà il contenuto del repository direttamente in una cartella nel percorso in cui siamo in quel momento.
Dopodichè ci sposteremo nella sotto-directory appena creata e potremo dare il “make” per compilare i drivers. Ovviamente, sono richiesti i programmi: make, gcc e g++ per compilare i driver. Se non li avete installati, apt-gettateli!

{webgallery}{/webgallery}

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *